Diverse categorie di Blockchain

Da Bitcoin Wiki.

La classificazione delle varie Blockchain[modifica]

Per prima cosa, la tecnologia della Blockchain presuppone la totale libertà e indipendenza della catena, e non prevede quindi la presenza di alcun amministratore o controllore. Tuttavia, l’interesse delle grandi compagnie e degli istituti finanziari verso questa nuova tecnologia, ha portato alla nascita di forme di blockchain con un grado maggiore di centralizzazione, in cui è presente un sistema di controllo centralizzato pur mantenendo il sistema basato su dati distribuiti.

Questo tipo di trasformazioni ci porta quindi a parlare delle diverse tipologie di blockchain: blockchain pubblica; una blockchain che appartiene al consorzio e con blocchi completamente privati (classificazione fornita da Vitalik Buterin, creatore della piattaforma Ethereum). Si differenziano per il livello di accesso alle informazioni da parte dei partecipanti alla rete, e per la loro abilità di influenzarne lo sviluppo.

Blockchain pubblica[modifica]

Qualsiasi persona nel mondo può ottenere un accesso alle blockchains pubbliche. Questo vuol dire che chiunque può inviare le transazioni e attendere che siano incluse, se valide, e inoltre partecipare al processo del consenso, che stabilisce quale blocco sarà aggiunto alla catena.

A differenza dei sistemi economici convenzionali che sono strettamente regolati e gestiti da un organo centrale, le blockchains pubbliche sono protette dai principi delle cripto economie. Le cripto economie si basano sulla combinazione di incentivi economici e la verifica cifrata dei dati. In base a questi principi, l’influenza sul consenso nel prendere una decisione è proporzionale al volume delle risorse economiche.

Sistemi di questo tipo sono generalmente considerati “completamente decentralizzati”.

Esempi[modifica]

Bitcoin e Ethereum sono gli esempi meglio noti di blockchain pubbliche. La natura pubblica della blockchain consente a queste piattaforme di essere utilizzate per effettuare transazioni dirette tra gli utenti, senza intermediari.

https://bitcoin.org

https://ethereum.org/

Blockchain appartenenti a un consorzio[modifica]

Le blockchains all’interno di un consorzio sono controllate da un gruppo prestabilito di nodi. Come esempio, Vitalik Buterin cita un sistema di 15 istituti finanziari, dove ciascuno di esso gestisce un nodo, e in 10 devono confermare che ciascun blocco sia considerato valido per poi essere aggiunto alla catena.

La possibilità di leggere la blockchain può essere estesa a tutti, o limitata ai soli partecipanti. Sono anche possibili sistemi “ibridi” quando gli hashes root dei blocchi sono pubblici, ma i membri della blockchain possono eseguire solo un numero limitato di richieste e di conferme di transazioni di alcune parti della blockchain. Catene di questo tipo sono chiamate “parzialmente decentralizzate”.

Esempi[modifica]

Il consorzio R3 (nome completo R3 CEV LLC) — è una società finanziaria e di ricerca tecnologica. Coopera con un consorzio di 70 grandi società finanziarie (tra cui Banca d’America, Goldman Sachs, Citigroup, Banca Nazionale dell’Australia, Royal Bank del Canada, Sumitomo Mitsui Banking Corporation e altri) nello sviluppo dell’utilizzo della tecnologia blockchain all’interno del sistema finanziario.

http://r3cev.com/

Hyperledger — è un progetto generale che si basa su una blockchain con codice open source e relativi strumenti. E’ stato dato il via alla Fondazione Linux per supportare lo sviluppo collaborativo di registri distribuiti sulla base della blockchain. Cisco, Hitachi, IBM, Intel, NEC, J.P. Morgan, SAP e altri figurano tra coloro che vi hanno preso parte.

https://www.hyperledger.org/

Digital Trade Chain Consortium — è una piattaforma finanziaria basata su blockchain che la IBM sta sviluppando per dar via ad un consorzio di sette grandi banche europee, come Deutsche Bank, HSBC, KBC, Natixis, Rabobank, Societe Generale e Unicredit. La piattaforma sarà orientata verso le piccole e medie imprese.

Il lancio della piattaforma è previsto per la fine del 2018.

Private blockchain[modifica]

Le blockchain completamente private sono delle catene di blocchi in cui la registrazione di nuovi blocchi è affidata ad una sola organizzazione. La possibilità di leggere la blockchain può essere garantita a tutti o può presentare delle limitazioni.

Sono presenti opzioni aggiuntive, come la gestione del database, l’audit, e così via, nell’ambito di una società, e in questi casi non sarà necessario un accesso pubblico. Tuttavia non è possibile procedere senza l’accesso pubblico, quando è richiesta una relazione pubblica sull’operato.

Esempi[modifica]

https://chain.com/ — è una società tecnologia che collabora con diverse organizzazioni per la creazione, l’installazione e l’utilizzo di blockchains private nell’ambito del prodotti e dei servizi finanziari.

https://www.multichain.com — è una piattaforma aperta per la creazione di blockchains private.

Articoli correlati[modifica]

References[modifica]

https://blog.ethereum.org/2015/08/07/on-public-and-private-blockchains/

https://www.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/file/492972/gs-16-1-distributed-ledger-technology.pdf

http://www.coinfox.ru/novosti/obzory/5473-kakie-byvayut-blokchejny-i-pochemu-vazhno-ikh-razlichat

https://en.wikipedia.org/wiki/R3_(company)

https://en.wikipedia.org/wiki/Hyperledger

https://www.hyperledger.org/