La moneta elettronica

Da Bitcoin Wiki.

La moneta elettronica è un tipo di moneta digitale, l'emissione e la contabilità della quale sono basati su metodi crittografici, per esempio, nel metodo di protezione di Proof-of-work e della crittografia asimmetrica, e il funzionamento del sistema avviene in maniera decentralizzata su una rete informatica distribuita. Gli monete elettroniche non consentono annullare o restituire i fondi inviati al destinatario, ma esiste la possibilità di coinvolgere un intermediario in operazioni, quando per terminare o interrompere una transazione è necessario il consenso di due o tre parti casuali, i fondi non possono essere congelati o sequestrati senza accesso alla chiave privata del proprietario, ma i partecipanti della transazione può bloccare volontariamente temporaneamente suoi fondi come garanzia. Di solito, esiste un limite superiore della emissione totale. Tuttavia, alcuni monete elettroniche non sono consentiti alcun limite fisso massimo delle emissioni totale ed è consentita l´emissione per conto di fondi accumulati pari a emissione potenziale che coinvolge nella liquidazione di una piccola somma fissa per ogni transazione. Tutti monete elettroniche esistenti sono utilizzati in forma anonima: tutte le transazioni sono pubbliche, ma non sono legati a una persona in particolare per impostazione predefinita, ma l'identità dell'utente può essere rivelata, se è eventuale la informazione aggiuntiva.

La storia[modifica]

La crittografia, allo scopo di pagamenti confidenziali, è stato utilizzata per la prima nel 1990 dal sistema DigiCash di David Choma, cui azienda è fallita nel 1998. Tuttavia, sua sistema di pagamento è stata centralizzata, e la prima volta il termine "criptomoneta" è stata utilizzata dopo l'inizio del sistema di pagamento del P2P Bitcoin, che è stato sviluppato nel 2009 da una persona o un gruppo di persone basso pseudonimo Satoshi Nakamoto e utilizza il hash SHA-256 e il sistema di proof-of-work. In seguito, hanno creato indipendentemente di Bitcoin altri monete elettroniche che sono utilizzati nelle biforcazioni di Bitcoin: Namecoin (DNS decentrata utilizza una valuta con lo stesso nome per la registrazione di domini interni .bit), Litecoin (usa il hash Scrypt cui limite è superiore delle emissioni totali è più alta, nel momento della conferma delle transazioni è diminuito), PPCoin (utilizza un meccanismo ibrido di proof-of-work/proof-of-stake, non ha alcun limite massimo delle emissioni totali), Novacoin (simile a PPCoin, non utilizza scrypt e ha coefficienti scontati connessi con l’emissione). Inoltre hanno creato molte altre biforcazioni, ma la maggior parte di loro non portare nulla di nuovo in se stessa (o è una copia esatta di Bitcoin, o le differenze sono basati solo sui valori dei limiti e nella velocità di trasmissione e/o nel algoritmo hash) e non sono diventati popolari. La maggior parte di questi biforcazioni è venuta all'ombra delle due principali valute, che hanno avuto molta attenzione da parte dei mezzi di comunicazione e sono stati "bolle" nel mercato di Bitcoin nel 2011 e 2013.

L'elenco[modifica]

La maggior parte delle monete elettroniche popolari oggi.

La valuta Il codice L'anno di fondazione L'autore Il sito web
Bitcoin BTC, XBT 2009 Satoshi Nakamoto bitcoin.org
Litecoin LTC 2011 Coblee litecoin.org
Namecoin NMC 2011 Vinced dot-bit.org
PPCoin PPC 2012 Sunny King ppcoin.org
Quark QRK 2013 Max Guevara qrk.cc

Le critiche[modifica]

  • Il sviluppatore del client della rete di Bitcoin Gavin Andreessen ha espresso la preoccupazione che alcuni criptovalute possono essere fraudolenti.
  • Inoltre di Bitcoin, nessuno dei monete elettroniche è diventato popolare. Gli Namecoin e Litecoin e hanno ottenuto una leggera popolarità. Tutti gli altri criptomonete sono utilizzati solo per speculazione di i corsi o in generale non utilizzati
  • La Banca Centrale della Federazione Russa ha avvertito ai cittadini di non usare criptovaluta Bitcoin.

Pagine correlate[modifica]