Storia di Bitcoin

Da Bitcoin Wiki.

La storia di Bitcoin ha le sue radici in una ricerca decennale su crittografia e reti distribuite. Bitcoin fece la sua apparizione nel 2008, creato da Satoshi Nakamoto.

2008[modifica]

  • 18 agosto. Viene registrato il nome di dominio bitcoin.org.
  • 31 ottobre. Viene pubblicato il documento in cui viene presentata ufficialmente al pubblico la nuova criptovaluta. Il titolo del documento è «Bitcoin P2P e-cash paper».
  • 9 novembre. Il progetto Bitcoin viene registrato sulla risorsa SourceForge.net.

2009[modifica]

  • 3 gennaio. Vede la luce il primo blocco Bitcoin (il cosiddetto "genesis block"). Vengono generati 50 BTC. Ora: 18:15:05 (Greenwich).
  • 9 gennaio. Viene rilasciata la prima versione di Bitcoin v0.1.
  • 12 gennaio. Prima transazione Bitcoin (blocco 170). Mittente: Satoshi Nakamoto. Destinatario: Hal Finney.
  • 5 ottobre. Viene pubblicato il tasso di cambio del Bitcoin rispetto al dollaro sul mercato: $1 = 1,309.03 BTC. Vengono avviate le negoziazioni sul mercato New Liberty Standard.
  • 9 ottobre. Il canale #bitcoin-dev è registrato in IRC.
  • 16 dicembre. Esce la versione Bitcoin v0.2.

2010[modifica]

  • 6 febbraio. Viene aperto il primo dei mercati di cambio ufficiali, Bitcoin Market.
  • 22 maggio. Viene effettuato il primo acquisto online. Per 10mila monete (in quel momento pari a 50 dollari) un certo laszlo compra una pizza.
  • 11 luglio. La versione Bitcoin v0.3 viene menzionata sulla risorsa Slashdot. Ciò favorisce un notevole aumento degli utenti Bitcoin.
  • 12 luglio. In cinque giorni il tasso di cambio della criptovaluta cresce di 10 volte: da $0.008/BTC a $0.08/BTC.
  • 17 luglio. Viene creato un altro mercato, MtGox.
  • 15 agosto. Un bug nel codice bitcoin causa una transazione “sporca” nel blocco 74638. Gli utenti individuano rapidamente l’errore, correggono il codice, e un blocco “pulito” (numero 74691) viene sostituito a quello “sporco” nella catena.
  • 14 settembre. L’utente jgarzik offre 10.000 monete (per un valore nominale di 600-650 dollari USA) all’utente puddinpop per l’apertura del client pubblico CUDA sulla piattaforma Windows. Nello stesso giorno viene eseguito il primo mining nel blocco 79764.
  • 18 settembre. L’utente puddinpop annuncia l’apertura del client CUDA sulla piattaforma Windows con licenza MIT.
  • 29 settembre. L’utente Kermit scopre un’intrusione in una microtransazione; in seguito viene annunciato il rilascio della nuova versione v0.3.13.
  • 1 ottobre. Creato il primo miner open source OpenCL.
  • 7 ottobre. Dopo alcuni mesi di stallo il tasso di cambio della criptovaluta inizia a salire a $0.06/BTC.
  • 16 ottobre. Prime transazioni escrow Bitcoin. Viene concluso un accordo tra gli utenti nanotube e Diablo-D3. La terza persona coinvolta è theymos.
  • 17 ottobre. Fa la sua comparsa il canale di trading IRC #bitcoin-otc.
  • 28 ottobre. Viene effettuata la prima breve transazione commerciale per 100 monete (dall’utente nanotube all’utente kiba). La base per la transazione è il canale di trading #bitcoin-otc.
  • 6 novembre. La capitalizzazione del bitcoin ammonta a 1 milione di dollari USA. Il tasso di cambio della criptovaluta sul mercato MtGox raggiunge la quotazione di $0.50/BTC.
  • 7 dicembre. L’utente doublec crea la app Bitcoind per smartphone Nokia N900. Nello stesso giorno l’utente ribuck invia 0.42 BTC nella prima transazione P2P della storia tramite dispositivo mobile.
  • 9 dicembre. Viene siglato il primo accordo di call option (utenti nanotube e sgornick). La piattaforma per la transazione è il canale di trading #bitcoin-otc.
  • 16 dicembre. La mining pool Bitcoin capeggiata dall’utente slush genera il suo primo blocco.

2011[modifica]

  • 8 gennaio. La mining pool Bitcoin Pooled Mining raggiunge una potenza di 10Ghash al secondo.
  • 27 gennaio. Viene effettuata la transazione più onerosa della storia della valuta Bitcoin. Nella negoziazioni sul mercato #bitcoin-otc arrivano 3 conti dallo Zimbabwe. Il tasso di cambio nei conti è il seguente: 4 BTC per 100 trilioni di dollari zimbabwiani.
  • 28 gennaio. Viene generato il blocco 105.000, il che significa che in quel momento sono già stati emessi 5,25 milioni di bitcoin.
  • 9 febbraio. Il valore del bitcoin è pari a quello del dollaro. Su MtGox si puo’ acquistare 1 moneta per 1 dollaro USA.
  • 10 febbraio. La risorsa Bitcoin.org cerca di controllare l’afflusso di nuovi utenti, che ha subito un rapido incremento dopo la menzione della criptovaluta sui siti Slashdot e Hacker News. Un gran numero di utenti arriva da Twitter.
  • 14 febbraio. Primo tentativo sul mercato di cambio di vendere un’auto (una vecchia Porsche) in cambio di bitcoin. Il prezzo è fissato a 3.000 BTC. Il venditore è un abitante dell’Australia.
  • 1 marzo. L’utente MagicalTux acquista la risorsa mtgox.com dal suo fondatore Jade McCaleb.
  • 6 marzo. Sbalzo nella rete globale Bitcoin. In breve tempo la velocità di connessione raggiunge 900Ghash al secondo per poi crollare rapidamente a 500Ghash/s. Girano voci per cui ciò sarebbe dovuto alla connessione alla rete di un supercomputer o a una rete bot. Lo sconosciuto viene chiamato «miner segreto».
  • 18 marzo. La soglia minima del cambio rispetto al dollaro raggiunge i 70 centesimi per 1 dollaro USA. Appena prima si era registrata un’impennata del tasso di cambio (forse creata artificialmente), seguita da un rapido crollo.
  • 27 marzo. Viene aperto il primo mercato di cambio bitcoin/sterlina inglese BTC/GBP.
  • 31 marzo. Viene aperto Bitcoin Brazil, il primo mercato di cambio bitcoin/real brasiliano.
  • 5 aprile. Viene aperta BitMarket.eu, il primo mercato di cambio bitcoin/zloty polacchi.
  • 12 aprile. Viene concluso il primo contratto a premio Bitcoin. L’evento ha luogo sul mercato #bitcoin-otc.
  • 16 aprile. La stampa ufficiale comincia a parlare dei bitcoin. TIME pubblica uno speciale sulla criptovaluta.
  • 23 aprile. Il tasso di cambio BTC/USD raggiunge e supera il tasso dollaro/euro sul mercato MtGox, e poco dopo, lo stesso giorno, «batte» anche il tasso dollaro/sterlina. La capitalizzazione generale del bitcoin raggiunge i 10 milioni di dollari USA.
  • 27 aprile. VirWoX avvia la prima sessione di trading per il cambio da una criptovaluta in un’altra BTC/SLL (Linden dollars del gioco Second Life).
  • 2 giugno. Il tasso di cambio del bitcoin rispetto al dollaro sale a 10 dollari USA per 1 moneta. Tuttavia, dopo solo 6 giorni sul mercato MtGox il tasso è stato fissato a 31.91 USD per 1 bitcoin.
  • 12 giugno. Si registra un nuovo crollo del tasso di cambio, che scende a 10 dollari USA.
  • 13 giugno. Primo furto su Bitcoin. L’utente allinvain afferma che dal suo portafoglio sono state rubate 25mila monete (l’equivalente di 375mila dollari).
  • 19 giugno. Il database MtGox viene violato. Gli utenti interessati sono 60mila; i loro dati cadono in mano a truffatori. Sono stati rubati indirizzi mail e password. Nello stesso giorno un hacker sconosciuto si introduce nell’account amministrativo di MtGox e invia migliaia di bitcoin falsi, provocando così un crollo del tasso di cambio della criptovaluta: da 17,5 dollari a moneta a 1 centesimo. Le negoziazioni sono roprese solo una settimana dopo. Inoltre, lo stesso giorno vengono rubate migliaia di monete dai conti degli utenti Bitcoin.
  • 22 luglio. Viene rilasciata BitCoins Mobile, la prima app per iPad.
  • Il 20 agosto ha luogo la prima conferenza Bitcoin alla fiera World Expo di New York.
  • 23 gosto. La prima pool decentralizzata P2Pool mina il suo primo blocco.
  • Il 25 novembre si tiene la prima conferenza sulla criptovaluta in Europa. L’evento ha luogo a Praga (Repubblica Ceca).
  • 12 dicembre. Viene registrata la più alta commissione per transazione, 171 BTC, nel blocco 157235.

2012[modifica]

  • 1 marzo. Il più grande furto di bitcoin (circa 50.000 BTC) dopo l’upgrade di sicurezza sulla piattaforma di hosting Linode.
  • 3 giugno. Creato il più grande blocco (numero 181919) con 1.322 transazioni.
  • 15-16 settembre. Si tiene la conferenza Bitcoin a Londra.
  • 27 settembre. Viene fondata l’organizzazione Bitcoin Foundation.
  • 28 novembre. Il blocco 210.000 è il primo blocco per cui la ricompensa ammonta non a 50 BTC, ma a 25 BTC.
  • 6 dicembre. La prima borsa Bitcoin riceve la licenza bancaria in Europa.

2013[modifica]

  • 19 febbraio. Esce l’ottava versione del client Bitcoin Client.
  • 28 febbraio. Per la prima volta in 601 giorni il tasso di cambio del bitcoin subisce un’impennata e supera il tetto di 31,91 dollari USA.
  • 28 marzo. La capitalizzazione del bitcoin supera il miliardo di dollari.
  • In maggio WebMoney annuncia la creazione di un nuovo tipo di portafoglio per le operazioni con bitcoin.
  • 1 aprile. Il tasso di cambio della criptovaluta su MtGox e altri grandi mercati raggiunge i 100 dollari.
  • In agosto il bitcoin è riconosciuta valuta legale in Germania.
  • Novembre. Brusche oscillazioni della criptovaluta. A metà del mese il valore di 1 moneta supera i 1.000 dollari, dopo che il bitcoin viene supportato dall’importante sviluppatore di giochi browser Zynga. Nello stesso mese un’Università di Cipro autorizza il pagamento delle tasse universitarie in criptovaluta.
  • Il 9 dicembre dai conti degli utenti Bitcoin vengono rubati 100 milioni di dollari.
  • In dicembre la Cina proibisce l’utilizzo di criptovaluta sul territorio nazionale. Viene chiuso BTC China, uno dei più grandi mercati al mondo. Su esempio della Cina, anche la Norvegia non riconosce il bitcoin.

2014[modifica]

All’inizio di gennaio a Londra viene aperto Elliptic Vault, il primo servizio di deposito assicurato di bitcoin.

Nello stesso mese la criptovaluta inizia a scalzare l’euro in Irlanda. Varie compagnie accettano il pagamento per i propri servizi in bitcoin.

  • 24 gennaio. BTC China riprende a negoziare.
  • 28 gennaio. Viene arrestato il vice-presidente della Bitcoin Foundation con l’accusa di riciclaggio di denaro, con conseguente declino del tasso di cambio della criptovaluta di 40 dollari, a causa del panico diffuso tra gli utenti.
  • 1 febbraio. Il giornale americano The Chicago Sun-Times per un giorno accetta il pagamento in bitcoin per la lettura degli articoli.
  • 7 febbraio. Il mercato di cambio Mt. Gox sospende tutte le transazioni a causa di sospetti attacchi tramite il bug transaction malleability[1].
  • 10—12 febbraio. Vengono individuati problemi con le transazioni in altri importanti mercati. Di conseguenza il tasso di cambio del bitcoin diminuisce del 30%, al livello di $600.